Make your own free website on Tripod.com

GLOBI E SIGARI SU ALESSANDRIA

"Mi trovavo nella mia villetta alpina, un rustico a Sarezzano di Alessandria, il 14 luglio 1990, quando alle 23.30, ho avvistato sino a cinque luci nel cielo". Così racconta Ezio, perito giudiziario in preziosi, che ha riferito il caso ad Alfredo Lissoni. "La zona è a 350 metri d'altezza ed ho davanti a me tre chilometri di vigneti bui. Non c'era alcuna luce. A mezzanotte le luci erano diventate due; erano dei globi che sfrecciavano zigzagando, velocissimi; luminosi, erano a distanze variabili. Apparentemente erano grandi tra le 5 e le 10 lire. Il più grande era a quota altissima, veloce, con una luce intensissima. E' scomparso repentinamente. Non c'erano nuvole, nel cielo, terso per il gran secco. L'Ufo più grosso si muoveva da solo, procedendo dalla Francia verso Genova. Osservavo dalla terrazza della baita ed in totale ho visto 5-6 globi. Alle due di notte, steso sull'amaca, ho visto altre luci. Mi sono chiesto se non fossero satelliti, ma quando ho visto che si muovevano a zig zag mi sono dovuto ricredere. Già 10-12 anni prima, nello stesso luogo, avevo visto, prima dall'auto e poi dalla terrazza, tre sigari uniformi, velocissimi, piccolissimi; erano luminosi e si libravano molto in alto. Era la sera verso il crepuscolo...".